Acquistare una macchina per il sotto vuoto, vista la quantità notevole di prodotti presenti in commercio, può essere complicato a meno che non diate spazio ad una serie di approfondimenti che vi permette il sito http://macchinapersottovuoto.it/ che raccoglie molte informazioni utili per capire quale è il prodotto migliore che faccia al caso vostro.
Anzitutto vanno considerate le differenze tra i vari modelli. Primo fattore da considerare è la differenza tra macchine per sottovuoto professionali e non professionali. Le prime hanno dimensioni e costi ben superiori agli strumenti “domestici”, inoltre sono migliori per qualità e mantenimento del sottovuoto. Inoltre, il processo viene effettuato ad un livello diverso da un punto di vista qualitativo permettendo una perfetta conservazione del cibo.

Abbiamo detto però che la versione professionale di queste macchine ha dimensioni considerevoli che non si adattano a spazi domestici che sono comunque ristretti. Se poi vi serve usare poco queste macchine per sottovuoto potete aspirare ai dispositivi detti anche “ad aspirazione esterna” con dimensioni più contenute e costi molto minori anche se i materiali sono di buona qualità.
Per acquistare una macchina per il sotto vuoto ricordate poi alcuni criteri principali da non trascurare nella scelta. Anzitutto il “valore del vuoto” che indica la quantità di aria che la macchina riesce ad estrarre dai contenitori. Più aria esce e più ossigeno viene sottratto dal contenitore ed essendo questo la ragione del deterioramento del cibo, più se ne riesce ad eliminare e più sicuro è il risultato finale. Una buona macchina dovrebbe avere un valore di almeno 800\900 millibar.

Poi va considerata la portata della pompa che indica quanta aria la pompa riesce ad estrarre in circa un minuto, indicando la velocità di lavorazione della macchina. Più elevato sarà, più rapida sarà l’aspirazione dell’aria e il sottovuoto.
La potenza del motore influisce sulla resistenza della macchina. Un motore potente permetterà al dispositivo di non surriscaldarsi. Ricordate poi i cicli di saldatura, un processo completo per il sottovuoto fino alla sigillatura dei contenitori.