Sebbene questi due termini non si accostino di frequente, è possibile creare un connubio tra le due cose. Riuscire a spendere meno e avere sempre piatti puliti è possibile, se sappiamo come fare. Questo articolo nasce come una sorta di guida, di cui tenere conto se vogliamo risparmiare energia pur utilizzando la lavastoviglie. Articoli e contenuti simili si possono trovare sul sito internet dedicato a tale prodotto.

Se davvero vogliamo risparmiare energia la prima cosa da fare è evitare di mandare in lavaggio dei carichi troppo scarni. Aspettiamo che entrambi i cestelli siano ben pieni (ma non troppo, altrimenti alcune stoviglie potrebbero rompersi!), e quindi procediamo all’attivazione del prodotto. In caso di famiglie poco numerose è possibile risparmiare anche facendo una sola lavastoviglie al giorno. Avremo un carico bello pieno, comprensivo dei piatti di entrambi i pasti principali, invece che due mezzi vuoti.

Un altro modo di risparmiare è quello di evitare il prelavaggio. Per farlo dovremo sciacquare i piatti prima di metterli nell’elettrodomestico. Togliamo quindi un primo strato di sporco, e ammorbidiamo quello che ne rimane. In questo modo i piatti saranno più igienizzati, e con la metà del tempo. Comodo per risparmiare, evitare il prelavaggio ci consente anche di fare lavaggi molti più veloci.

Se la lavastoviglie ne è provvista meglio eliminare la funzione dell’asciugatura (che non tutte hanno). Non sempre infatti ne avremo bisogno, e anzi i piatti si asciugano benissimo anche senza questa funzione. Infatti la macchina dopo il lavaggio rimane calda, e al suo interno è presente un vapore caldo. Grazie a questo le stoviglie si asciugano in fretta, anche senza utilizzare l’apposito programma. Possiamo comunque usarlo in casi particolari, per stoviglie realizzate in materiali che se asciugano spontaneamente potrebbero rovinarsi o apparire macchiati (come l’argenteria). 

Se le prerogative condominiali ce lo permettono possiamo pensare di usare la lavastoviglie di notte. Durante le ore notturne infatti il costo dell’energia è minore: infatti lo stesso discorso vale per la lavatrice per esempio, e non è valido solo per la lavastoviglie. Prima di farlo chiediamo comunque agli altri inquilini se il rumore è un problema per loro.